Torna a novembre la tradizionale produzione sinfonica S.Cecilia, giunta alla sua 11^ edizione

di admin, 09/07/2019

E’ ormai in cantiere la prestigiosa e consueta produzione sinfonica di S.Cecilia, che il “Gruppo d’Archi Veneto” organizza annualmente in collaborazione con Enti e Amministrazioni Comunali, e che avrà il suo epicentro nella main performance presso il Teatro Comunale “Mario Del Monaco” di Treviso (data in attesa di definizione, a causa del cambiamento di assetto in essere, da parte dell’organismo culturale trevigiano).

Si tratta di un evento ormai consolidato e atteso, che ha sempre riscosso un generale apprezzamento, a cominciare da quello di un appassionato ed esperto “musicofilo” come il magistrato dott. Carlo Nordio, da sempre “fan” affezionato (oltre che socio sostenitore) del GdAV, di cui spesso presenta con gioia le performances, e su cui recentemente ha scritto : “Dobbiamo essere riconoscenti a questo complesso che onora la città di Treviso. In tempi di ristrettezze di bilancio e di cultura sparagnina, è bello assistere alla dedizione gratuita con la quale questi musicisti mantengono viva la nostra tradizione concertistica orchestrale”.


Main sponsor della produzione :


GARMONT  INTERNATIONAL S.r.l.

PROGRAMMA

La grande lezione della “Scuola viennese”


W.A.Mozart : Ouverture dall’opera “Così fan tutte” K 588
F.Schubert : Sinfonia n.5 in si b magg. D 485
J.Brahms : Sinfonia n.4 in mi min. op.98


I contenuti saranno imperniati quest’anno su un periodo di grande valenza artistica, afferente al Romanticismo di area germanica, con l’esecuzione di brani di sicuro impatto ascrivibili alla più rilevante tradizione sinfonica.

In particolare la direttrice artistica ha pensato alla continuità espressa dalla famosa “Scuola Viennese”, che ebbe in Mozart e Schubert i suoi massimi esponenti, e sulla cui scia si pose poi un “viennese di adozione” , quale il grande Brahms.

Aperto dalla deliziosa, spumeggiante Ouverture tratta dal “Così fan tutte” - la terza e ultima opera di Mozart appartenente al cosiddetto “trittico italiano”, perché composta anch’essa su libretto di Lorenzo Da Ponte -, il programma ha i suoi punti forti in due celebri sinfonie, diverse tra loro ma ugualmente coinvolgenti: la Quinta di Schubert, che, pervasa di quella classica compostezza e gioiosa cantabilità riconducibili ai capolavori di Haydn e di Mozart, rappresenterebbe “il brano di musica strumentale più puro, più levigato e più equilibrato composto dal giovane Schubert” (Alfred Einstein).

Le fa da “pendant” la monumentale, perfetta Quarta Sinfonia, scaturita dal genio e dalla meticolosa orchestrazione di un Brahms ormai maturo. Strutturata su un eloquio sempre scorrevole e mai scontato, in cui frammenti di vigorosa vitalità si alternano a squarci lirici di struggente bellezza, rappresenta un capolavoro che a buon diritto Daniele Spini definisce la più grande e poderosa sinfonia di tutto l’Ottocento”.

La direzione sarà affidata come sempre alla prestigiosa bacchetta del M° Maffeo Scarpis.

CONCERTI  GIA’ PROGRAMMATI


    Vittorio Veneto (TV), Teatro Da Ponte – Domenica 3 nov., h.18.00

Organizzazione: Università per la formazione continua  “Ippolito Pinto”


    Conegliano V.to (TV), Chiesa SS.Martino e Rosa – Sabato 16 nov., h.20.45

Organizzazione: Orchestra “Gruppo d’Archi Veneto”,   in  collaborazione con Coro “Insieme Vocale Città  di  Conegliano”


    Pieve di Soligo (TV), Teatro Careni – Domenica 17 nov., h.18.00

Organizzazione: Orchestra “Gruppo d’Archi Veneto”,  in  collaborazione con Amm.ne Comunale di  Pieve di Soligo


    Treviso, Teatro Comunale “Mario Del  Monaco” - data da definire

Organizzazione: Orchestra “Gruppo d’Archi Veneto”


I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy